• slide 03
  • slide 04
  • slide 05
  • slide 06 

Analisi delle caratteristiche del territorio

Caratteristiche naturalistiche

Il Parco Naturale Regionale della Maremma è un'area protetta da due leggi regionali del 1975 e 1994, caratterizzata come il primo parco istituito nella Regione Toscana. Presenta un’estensione di circa 9800 ettari per il tratto costiero maremmano che va dalla pineta del Tombolo di Principina a Mare, a nord, fino al promontorio di Talamone, a sud. L'area protetta è delimitata verso l'interno dalla via Aurelia e comprende parte dei territori dei comuni di Grosseto, Magliano in Toscana e Orbetello.

Nel 1992 il Parco è stato insignito del Diploma europeo delle aree protette, certificazione europea assegnata alle aree protette, semi-naturali o di interesse paesaggistico di rilevanza europea, che dimostrino di avere una protezione adeguata per la conservazione della biodiversità, delle diversità geologiche e paesaggistiche e che risultino dotate di "evidenze culturali, estetiche e scientifiche".

All’interno, il territorio è caratterizzato da un mosaico di ecosistemi, frutto della felice coesione tra ambienti naturali ed antropizzanti, tutti ugualmente importanti per il ruolo essenziale che svolgono a sostegno della biodiversità, in quanto fanno sì che ogni specie abbia i suoi ambienti elettivi.

Dal punto di vista naturalistico, il territorio è formato da due grandi unità geomorfologiche, costituite dai monti dell'Uccellina e dalla piana dell'Ombrone, un paesaggio che si trasforma da montagna a mare attraverso ripidi crinali che formano piccole calette isolate.

L’interesse per questo parco è rappresentato proprio dalla splendida varietà degli ambienti presenti, che sono in grado di mostrare tutte le caratteristiche principali degli habitat maremmani.

La temperatura è mite, come in tutta la fascia costiera maremmana. Le diverse situazioni climatiche spaziano dai caratteri mediterranei, ai subdesertici e continentali, che si manifestano visivamente anche nella grande varietà flogistica, come la Palma Nana, una specie rarissima che si sviluppa nella parte più settentrionale del parco.

Variegatissima è la fauna: tipica delle aree a macchia mediterranea nella parte centrale e meridionale del parco, territorio in cui dominano i mammiferi ungulati come cinghiali, daini, caprioli e diversi mammiferi di minori dimensioni come istrici, gatti selvatici, faine, tassi, ricci, donnole e volpi.

A Nord dell'Ombrone si presenta un territorio pianeggiante occupato dalle Paludi della Trappola: un sistema di specchi d'acqua, in parte temporanei e in parte permanenti cui si alternano rilievi dunosi appena accennati. Gli aspetti caratteristici di questo settore del Parco sono la presenza dei bovini maremmani, mantenuti allo stato brado durante tutto l'anno, e la varietà di uccelli acquatici migratori che popolano le acque interne.

Anche l’attività antropica si manifesta sul territorio attraverso la coesione di elementi statici e dinamici, i quali hanno contribuito o contribuiscono tutt’oggi a delineare il paesaggio, come le numerose torri di avvistamento – ruderi di un sistema di difesa del territorio che ad oggi offrono suggestivi squarci panoramici - o gli ampi spazi aperti dominati dagli allevamenti allo stato semibrado dei Cavalli Maremmani e dei bovini, guidati dai caratteristici “Butteri della Maremma”.


I servizi offerti

I servizi offerti da aziende localizzate all’interno del Parco regionale o nelle immediate vicinanze sono stati catalogati come segue:

  • Strutture ricettive;
  • Servizi di ristorazione;
  • Produzione di prodotti agroalimentari tipici;
  • Servizi di intrattenimento.
Per quanto riguarda le strutture ricettive, sono state censite al 31/12/2013:
  • 34 strutture aderenti al Consorzio naturalmente Toscana, di cui:
    • 29 agriturismi, di cui 10 offrono anche il servizio di ristorazione;
    • 1 Residenza Turistico Alberghiera (RTA);
    • 3 Case Appartamenti per Vacanze (CAV);
  • 51 strutture non aderenti al Consorzio, classificate come “esercizi consigliati del Parco della maremma”, di cui:
    • 48 agriturismi, di cui 4 offrono anche il servizio di ristorazione;
    • 3 affittacamere.
Dei 77 agriturismi censiti, 19 effettuano produzione di prodotti agricoli e di questi 8 organizzano iniziative quali degustazioni o eventi enogastronomici.

L’elenco delle strutture ricettive è riportato in Allegato.

Per quanto riguarda i servizi di ristorazione, sono stati censiti:
  • 14 agriturismi che offrono anche servizio di ristorazione;
  • 2 punti ristoro all’interno del Parco;
  • 6 Ristoranti;
  • 1 Osteria;
  • 2 Trattorie.
Per quanto riguarda la produzione di prodotti agroalimentari tipici, sono state censite 23 aziende agricole produttrici, di cui solo 9 ad oggi hanno sviluppato anche servizi di intrattenimento, quali ad esempio visite all’azienda agricola o momenti di degustazione.

Di tali 23 aziende, 15 offrono anche il servizio di agriturismo e 6 anche il servizio di ristorazione.

Le aziende sono state così classificate:
Elenco aggiornato al 31/12/2013

Per quanto riguarda altri servizi di intrattenimento sono state censite 13 aziende che propongono i seguenti servizi:
  • Tour in carrozza;
  • Escursioni a cavallo e lezioni di equitazione;
  • Escursioni in canoa;
  • Pescaturismo;
  • Servizi di guida turistica;
  • Spettacolo con i butteri;
  • Fattoria didattica;
  • Immersioni;
  • Windsurf, kitesurf, surf;
  • Escursioni e noleggio barca a vela.



maremma_03
maremma_05
maremma_04
maremma_06